Classifiche

Musica su cd? Sì, ma non solo: oggi acquistiamo su iTunes e sentiamo i nostri mp3 con i lettori musicali. E allora quali sono i singoli su supporto digitale più venduti di tutti i tempi? Questi!

5. Grenade, Bruno Mars – 10.6 milioni di copie vendute

Uno dei singoli più importanti tratti dal suo album di debutto Doo-Wops & Hoolingans, Grenade è la canzone romantica con cui Bruno Mars ha rubato il cuore a milioni di fan.

4. Just the way you are, Bruno Mars – 13.2 milioni di copie vendute

Dopo il successo di Grenade, Bruno Mars colpisce ancora e sforna un singolo che entra pure nella TOP5 dei singoli su supporto digitale più venduti in assoluto: è Just the way you are.

3. Boom boom pow, The Black Eyed Peas – 10.8 milioni di copie vendute

Il primo singolo tratto dall’album The E.N.D è Boom boom pow, subito un successo radiofonico. Saranno passati anni dalla sua uscita, ma resta una delle canzoni più amate della band.

2. Rolling in the deep, Adele – 14 milioni di copie vendute

L’abbiamo ascoltata praticamente sempre, ovunque e comunque: Rolling in the deep è la canzone di Adele che abbiamo più cantato dal momento in cui è uscito il singolo, ora tra i più venduti di tutti i tempi!

1. I gotta feeling, The Black Eyed Peas – 15 milioni di copie vendute

The E.N.D non è la fine dei Black Eyed Peas ma il loro quinto album, da cui è stato tratto il singolo I gotta feeling. Uscito nel 2009, ancora oggi è un successo. E un singolo vendutissimo.

Fonte: Wikipedia

Mentre una parte del mondo si gode le proprie ricchezze, l’altra è poverissima. Quali sono i 5 Stati più poveri in assoluto? Ecco la classifica.

5. Eritrea – 710 dollari di PIL pro capite

Situato nel Corno d’Africa, lo Stato dell’Eritrea è uno dei paesi più poveri al mondo con 710 dollari di PIL pro capite, stimati dall’International Monetary Fund per il 2012.

4. Liberia – 665 dollari di PIL pro capite

Nel Golfo di Guinea, la Liberia ha un record negativo: è uno dei paesi più poveri al mondo con 665 dollari di PIL pro capite (dati del 2012, attestati dall’International Monetary Fund). Tra disoccupazione, corruzione e guerre, la maggior parte della popolazione vive sotto la soglia di povertà.

3. Burundi – 619 dollari di PIL pro capite

Conflitti interni, corruzione, malnutrizione, scarse condizioni igieniche: sono i fattori che aggravano la situazione già precaria del Burundi, impegnato anche nella lotta all’HIV e il terzo dei 5 Stati più poveri al mondo, con 619 dollari di PIL pro capite.

2. Zimbabwe – 552 dollari di PIL pro capite

Il secondo Stato più povero al mondo è lo Zimbabwe: 552 dollari di PIL pro capite per il 2012. Anche qui arrivano gli aiuti umanitari per la costruzione di scuole, per favorire l’adozione a distanza e offrire sostegno economico ai più bisognosi.

1. Repubblica Democratica del Congo – 365 dollari di PIL pro capite

Emergenza umanitaria soprattutto per la Repubblica Democratica del Congo, con un PIL pro capite fermo a 365 dollari in riferimento all’anno 2012: questa la cifra stimata dall’International Monetary Fund.

Fonte: Wikipedia

Amate le moto, ve ne prendete cura, vi piace correrci come matti… Ma vi siete mai chiesti quali sono le 5 moto più veloci di tutte? Ve lo sveliamo noi.

5. Kawasaki Ninja ZX-11 – 282 Km/h

Quinto posto nella speedy TOP5 per la Kawasaki Ninja ZX-11: top speed 282 Km/h.

4. Honda CBR1100XX Super Blackbird – 290 Km/h

Quarta posizione per casa Honda con la sua Honda CBR1100XX Super Blackbird. Prodotta tra 1996 e 2007, questa moto arriva a 290 Km/h.

3. Kawasaki ZX 12R e Kawasaki ZX 14 – 299 Km/h

Terzo posto della classifica per due Kawasaki: le ZX 12 R e la ZX 14, che raggiungono ognuna i 299 Km/h.

2. MV Agusta F4 R 312 – 310.99 Km/h

Moto più veloce in assoluto? Quasi: al secondo posto troviamo la MVAgusta F4 R 312: top speed attestata a 310.99 Km/h per questo gioiellino italiano.

1. Suzuki Hayabusa – 312 Km/h

Tra le moto più veloci in assoluto c’è la Suzuki Hayabusa, che raggiunge i 312 Km/h con i suoi 1.298 cavalli.

Fonte: Wikipedia

La musica: per fortuna che esiste! Ma… Curiosità:  voi sapete quali sono stati i 5 album più venduti di tutti i tempi nel nostro paese? Ecco la classifica, enjoy!

5. Strada facendo, Claudio Baglioni – 1,65 milioni di copie vendute

Quinto posto nella TOP5 per Claudio Baglioni con Strada facendo, un album del 1981 che ha segnato la storia della nostra musica e ha venduto ben 1,65 milioni di copie.

4. Esco di rado e parlo ancora meno, Adriano Celentano – 1,8 milioni di copie vendute

Quarto posto della TOP5 per un album di Adriano Celentano datato 2000: Esco di rado e parlo ancora meno. Copie vendute: 1,8 milioni. All’interno dell’album, hits del calibro di Quello che non ti ho detto mai e Ti prenderò.

3. Oro incenso e birra, Zucchero Fornaciari – 1,84 milioni di copie vendute

Nel 1989 usciva un album di Zucchero: Oro incenso e birra. Vende 1,84 milioni di copie. Canzone top: Diavolo in me, entrata nella storia della musica italiana.

2. Io non so parlar d’amore, Adriano Celentano; Mina Celentano, Mina e Adriano Celentano –  2 milioni di copie vendute

Condividono la seconda posizione con 2 milioni l’uno di copie vendute, due album: Mina Celentano e Io non so parlar d’amore. Per quanto riguarda il primo disco, Mina e Adriano Celentano si ritrovano professionalmente insieme per un album del 1998 che resta impresso nella memoria grazie a due canzoni chiave: Acqua e Sale e Brivido Felino.

Un anno dopo, nel Maggio del 1999, usciva un album di Adriano Celentano che ha scalato le classifiche: Io non so parlar d’amore. Tra le canzoni più famose: Gelosia e L’emozione non ha voce.

1. La vita è adesso, Claudio Baglioni – 2,4 milioni di copie vendute

Era il 1985 e Claudio Baglioni toccava le vette della musica con un album: La vita è adesso, che venderà 2.4 milioni di copie. Tra i successi si possono ricordare Un nuovo giorno o un giorno nuovo, Tutto il calcio minuto per minuto e Notte di note, note di notte.

Fonte: Wikipedia

Ci sono opere d’arte che nel corso dei secoli sono state smarrite, rubate e ritrovate… E quelle di cui si son perse le tracce. E voi sapete quali sono le 5 opere più importanti rubate e mai ritrovate?

5. I Buoni Giudici, Jan Van Eyck

Tra il 1426 e il 1432 Jan Van Eyck creava il Polittico dell’Adorazione dell’Agnello mistico. E non poteva immaginare che nella notte del 1934 un suo pannello, I Buoni Giudici, venisse trafugato e scomparisse dalla faccia della Terra.

4. Tempesta sul mare di Galilea, Rembrandt van Rijn

Saranno passati più di vent’anni da quando la Tempesta sul mare di Galilea di Rembrandt è data per scomparsa. Il caso per l’FBI è ancora aperto, e come si concluderà?

3. Ponte di Charing Cross, Claude Monet

Anche un quadro di Monet nella lista delle opere d’arte rubate e mai più ritrovate: si tratta del Ponte di Charing Cross, Londra, scomparso dal Museo Kunsthal di Rotterdam nel 2012.

2. 8 uova imperiali Fabergé

Preziose, riccamente decorate, delle 52 uova realizzate da Fabergé per i reali Russi tra 1885 e 1917, otto sono sparite. E ancora non si sa che fine abbiano fatto.

1. Amanti: Il giardino del poeta IV, Van Gogh

La Storia vuole che Hitler avesse una sua collezione privata, e che tra i dipinti a casa del Führer ci fosse anche Amanti: Il giardino del poeta IV di Van Gogh. Introvabile dalla seconda Guerra Mondiale.

Se vi chiedessero: quali sono gli Stati più popolosi al mondo, voi che rispondereste? Noi… Questo!

5. Brasile – 201,032,714 abitanti

Quinti posto della TOP5 per il Brasile, che con i suoi 201,032,714 abitanti si trova nella classifica degli Stati più popolati al mondo.

4. Indonesia – 247,008,052 abitanti

Gli abitanti dell’Indonesia? Sono 247,008,052. Tanti, tantissimi: abbastanza per far rientrare il Paese tra gli Stati più popolosi del mondo.

3. Stati Uniti d’America – 317,559,000 abitanti

Terzo posto in classifica per gli USA: i suoi 317,559,000 abitanti non bastano a piazzare il Paese in cima al podio, ma restano comunque una bella cifra.

2. India – 1,239,580,000 abitanti

Con 1,239,580,000 abitanti, l’India entra nella TOP5 ed è al secondo posto fra i Paesi più popolosi in assoluto. Curiosità: tutti gli abitanti di questo Stato rappresentano ben il 17.4% della popolazione mondiale!

1. Cina – 1,362,460,000 abitanti

Ci scommettiamo: era la vostra prima risposta. Ed è quella giusta. La Cina è lo Stato più popoloso al mondo, con ben 1,362,460,000 abitanti. Mica pochi!

Fonte: Wikipedia

I 5 siti che pagano meno diritti ai musicisti TOP5

Poveri ricchi cantanti: ci sono siti che pagano loro una manciata (e anche meno) di cents di diritti. E voi riuscite a immaginare quali sono? Eccoli qua!

5. Napster – 94 cents ad album scaricato

Quasi un dollaro (94 cents) per il download di un album: ecco quanto ci guadagnano in diritti i musicisti su Napster. Ed è uno dei siti in TOP5 che paga meglio le royalties ai cantanti.

I 5 siti che pagano meno diritti ai musicisti Napster TOP5
Napster entra nella TOP5 con 94 cents per album downlodato

4. iTunes – 0.09 dollari per streaming della canzone sullo store

Uno dei siti che pagano meno diritti ai cantanti, ma sempre meglio di altri della TOP5! iTunes garantisce ai suoi musicisti nello store 0.09 dollari per streaming di canzone.

I 5 siti che pagano meno diritti ai musicisti iTunes TOP5
Anche iTunes in classifica: lo store elargisce ai cantanti 0.09 dollari per streaming di canzone

3. Rhapsody – 0.0022 dollari a canzone

Il music store Rhapsody è online dal 2001 e conquista la medaglia di bronzo tra i siti che pagano meno royalties ai musicisti. I cantanti, infatti, percepiscono 0.0022 dollari per canzone.

I 5 siti che pagano meno diritti ai musicisti Rhapsody TOP5
Rhapsody tra i siti che pagano meno diritti ai musicisti con royalties di 0.0022 dollari

2. Last.fm – 0.00075 dollari per streaming di canzone sulla piattaforma

Secondo posto tra i siti che pagano meno diritti agli artisti della scena musicale: Last.fm, che “lascia” al cantante circa 0.00075 dollari ogni volta che clicchiamo play sulla canzone.

I 5 siti che pagano meno diritti ai musicisti Last fm TOP5
Medaglia d’argento: Last.fm che lascia agli artisti presenti sulla piattaforma 0.00075 dollari per streaming di canzone

1. Spotify – 0,00029 dollari per canzone

Presente dall’Ottobre 2008, Spotify si guadagna la corona di sito che paga meno diritti ai musicisti tra tutti.
Solo 0,00029 dollari a canzone: fuga di massa di cantanti e band dalla piattaforma musicale?

I 5 siti che pagano meno diritti ai musicisti Spotify TOP5
Spotify al primo posto della TOP5 con 0,00029 dollari per canzone agli artisti

Ci sono album che hanno fatto la leggenda della musica internazionale. E hanno venduto a palate. Ma voi sapete quali sono i 5 dischi più venduti di tutti i tempi? Ve li svela la TOP5!

5. Come on over, Shania Twain – 39 milioni di copie vendute

Come on over  esce nel 1997 ed è il terzo album di Shania Twain. Ma diventa presto il quinto album più venduto di tutti i tempi con 39 milioni di copie acquistate in tutto il mondo. Hit song: Man! I feel like a Woman!

4. Back in Black, AC/DC – Saturday Night Fever, Bee Gees e artisti vari – Rumours, Fleetwood Mac e The Bodyguard, Whitney Houston e artisti vari – 40 milioni di copie vendute

Quarto posto a pari merito per il settimo album degli AC/DC, per la colonna sonora della mitica Febbre del sabato sera; per Rumours dei Fleetwood Mac e The Bodyguard di Whitney Houston e artisti vari. Tutti hanno venduto 40 milioni di copie l’uno.

3. Their Greatest Hits, Eagles – 42 milioni di copie vendute

La prima raccolta degli Eagles, comprende tutti i successi registrati dal 1971 al 1975. Uno dei dischi più venduti (42 milioni di copie), amati e ascoltati della band.

2. The dark side of the moon, Pink Floyd – 45 milioni di copie vendute

Pubblicato a Marzo del 1973, The dark side of the moon dei Pink Floyd è l’album che si piazza secondo nella classifica dei più venduti in assoluto, con ben 45 milioni di copie acquistate dai fan della band sparsi in tutto il mondo. Con hits del calibro di Any colour you like e The great Gig in the sky.

1. Thriller, Michael Jackson – Tra i 51 e i 65 milioni di copie vendute

Che sia l’album più venduto di tutti i tempi non c’è dubbio. Con una hit song stra-cantata e conosciuta in tutto il mondo come Thriller, Michael Jackson ha scalato le vette del pop e si trova oggi primo nella TOP5 dei dischi più venduti di tutti i tempi.

Fonte: Wikipedia

Che iPhone sarebbe senza le app? E voi sapete quali sono state le app a pagamento per Iphone più scaricate del 2013? Eccole qua!

5. Plague Inc.

Sterminare l’umanità, infettare il mondo: sì, lo scopo del gioco è proprio questo. Entra nella TOP5 Plague Inc., l’app a pagamento per iPhone più catastrofica che ci sia!

4. Angry Birds Star Wars

Sono super arrabbiati e adesso volano nella galassia di Star Wars. Avete impugnato le spade laser in tantissimi, tanto che quest’app è stata una delle più acquistate nell’App store nel 2013.

3. Temple Run: Oz

Temple Run: chi non lo conosce? Uno dei running games più famosi incontra personaggi e ambientazioni dal film Il Grande e potente Oz e diventa una delle app a pagamento per iPhone più downlodate dello scorso anno.

2. Heads Up!

Indovina la parola scritta sul display dell’iPhone del tuo amico prima che scada il tempo! Heads Up! è un gioco semplice e divertente, in classifica tra le app a pagamento per iPhone più scaricate nel 2013.

1. Minecraft – Pocket Edition

Primo posto e gradino più alto del podio per un gioco in cui vestiamo i panni del Creatore: con Minecraft Pocket Edition l’obiettivo è immaginare e costruire tanti mondi con i blocchi forniti e poi… Viverli!

Fonte: Apple.com

Le app gratis ci piacciono tantissimo, quello a pagamento di meno ma quando meritano siamo pronti a spenderci qualche euro. E voi sapete quali sono le 5 app a pagamento per iPad più scaricate del 2013? Scopriamo la classifica!

5. Angry Birds Star Wars HD

Quando gli arrabbiatissimi Angry Birds finiscono nel mondo di Star Wars, nasce una delle applicazioni a pagamento per iPad più downlodate del 2013: Angry Birds Star Wars HD.

4. Piante contro Zombi HD

Sono arrivati gli zombie e stanno per entrarti in casa! Per fortuna hai le tue macchine distruggi-zombie: delle agguerritissime piante. Tra una montagna di livelli e mini giochi, Piante contro Zombi HD è una delle app a pagamento più scaricate dello scorso anno su iPad.

3. Temple Run: Oz

Avete presente il film Il grande e potente Oz? Perché il celebre running game Temple Run si arricchisce di una nuova versione ispirata al recente film Disney.

2. Pages

Al secondo posto tra le applicazioni per iPad a pagamento più scaricate nel 2013: ecco Pages, l’app per creare e modificare documenti in quattro e quattr’otto senza tirar fuori il pc.

1. Minecraft – Pocket Edition

Inventare, costruire, creare e vivere nuovi mondi: ecco come funziona Minecraft Pocket Edition, l’app a pagamento per iPad più scaricata del 2013.

Fonte: Apple

CURIOSITA'

AROUND THE WORLD

Le 5 citta piu antiche di Italia TOP5

Classificare le città italiane in base alla data di fondazione ufficiale ed i ritrovamenti archeologici non è un’impresa così semplice come potrebbe apparentemente sembrare,...

ARTICOLI RECENTI