Perché la luna non ha un nome altisonante come i satelliti degli altri pianeti del nostro sistema solare?

Quasi ogni pianeta nel nostro sistema solare, e le loro rispettive lune orbitanti, hanno nomi presi direttamente dalla mitologia greca e romana. Ad esempio, Marte è il dio greco e romano della guerra, conosciuto anche come Ares, mentre le due lune, Deimos e Phobos sono denominate come i suoi figli. Similmente, Giove, in greco Zeus, è il Re degli Dei, mentre alcune delle sue lune sono denominate col nome di sue conquiste sentimentali. Questa tradizione sui nomi è in gran parte vera per ogni pianeta del nostro sistema solare, ad eccezione delle lune di Urano (uno degli ultimi pianeti scoperti) che prendono il nome di personaggi delle commedie di Shakespeare.

La sola eccezione a questa tradizione sulla denominazione dei pianeti e satelliti del nostro sistema solare sono i nomi, dal suono decisamente generico, di Terra e Luna (Moon).

In realtà, in inglese, Moon non significa nulla, è un nome di fantasia ma, in latino, il nostro satellite si chiama Luna ed è in perfetta armonia con lo schema di denominazione degli altri corpi celesti. Infatti, il nome le è stato dato in onore di un’antica e potente divinità romana, che si chiamava appunto Luna.

Quindi, nelle lingue neo-latine, il nostro satellite prende il nome di “Luna” (come anche di “Selene”, in misura minore, che è il nome greco della dea Luna). In inglese la parola luna viene usata come radice per la parola “lunare”.
In ogni caso, quando gli esseri umani scoprirono che c’erano altri pianeti nel cielo, ancora non erano sicuri che questi pianeti avessero delle proprie lune, fino a quando, nel 1610, Galileo Galilei non osservò direttamente, attraverso il proprio cannocchiale, i quattro satelliti di Giove.

Uno dei principali motivi per la scelta dei loro nomi, fu quello che dovevano differenziarsi dal nome del nostro satellite: Moon, in inglese. Infatti, secondo l’Unione astronomica internazionale (IAU), l’ente incaricato di dare un nome ad ogni corpo celeste del cielo, Moon è ancora il nome ufficiale della nostra luna, in inglese.

La denominazione di Moon (Luna) è stata una delle prime cose che la IAU ha fatto quando si è formata nel 1919 perché, per citarli, volevano: “standardizzare i molteplici e confusi sistemi di nomenclatura che erano allora in uso per il nostro satellite.”

Per quanto riguarda la IAU, essa stabilì che Moon (Luna) fosse uno dei nomi più interessanti che esistessero ed affermarono che, poiché la nostra luna è stata la prima ad essere scoperta ed è così chiamata in molte lingue e da molte popolazioni da millenni, era più facile rendere questo nome ufficiale piuttosto che introdurre un nuovo nome, dato che il loro obiettivo era di rendere le cose più facili da capire per le persone, non più complicate.

Naturalmente, “Moon”, è in realtà un nome molto grazioso, solo reso meno interessante dal fatto che abbiamo scelto un nome generico e non un nome di divinità, come per gli altri corpi del sistema solare.
La parola Moon da cosa deriva? Essa si può far risalire all’inglese antico, dove si pensa che derivi dalla parola proto-germanica “menon”, che a sua volta è derivata dalla parola proto-indoeuropeo ” menses” (mestruazioni), vale a dire “month, moon” (mese, luna). Questo evidenzia quanto occorre andare indietro nel tempo per trovare i primi accostamenti tra le parole umane ed il nostro amato satellite.

ARTICOLI SIMILI

Commenti

Loading Facebook Comments ...